Torre di Barbaresco

Torre di Barbaresco

Torre di Barbaresco

Situato a pochi chilometri ad est di Alba, il suggestivo centro di Barbaresco è noto per la produzione del vino omonimo, riconosciuto a livello mondiale, intorno al quale oggi ruota buona parte dell’afflusso turistico e che rappresenta la voce più importante dell’economia locale.

Storia

Datazione: XII secolo

Percorrendo la strada proveniente da Alba è possibile godere di un paesaggio di straordinario incanto, con sconfinate vedute su ampie distese di vitigni.

Il sito fu con ogni probabilità frequentato fino dall’età preistorica e poi romana. In epoca medievale, Barbaresco, collocato in una posizione di confine, venne contesa dai comuni di Asti e Alba; passò in maniera definitiva sotto il controllo albese nel corso del XIII secolo.

Evidenza più significativa del suo passato medievale è certamente la torre, situata all’estremità del concentrico. Con funzione di avvistamento, doveva far parte di un più ampio complesso fortificato, di cui oggi non rimane nulla.  La torre, databile al XII secolo, sorge su un basamento di pietra arenaria; a base rettangolare, è realizzata completamente in laterizio; si erge imponente (raggiunge i 30 metri di altezza), dominando la sottostante valle del Tanaro.

Scheda descrittiva in collaborazione con : www.langamedievale.com 

 


Masche

Masche

Ogni bimbo piemontese conosce le paurose storie delle masche: tradizione popolare antica, cui non sfuggono le giovani generazioni.

VAI
Barolo

Barolo DOCG

Barolo: il Re dei Vini, il Vino dei Re. Una breve guida per saperne di più su storia, caratteristiche organolettiche e abbinamenti gastronomici.

VAI
Barbaresco DOCG

Barbaresco DOCG

Il territorio della denominazione di origine controllata e garantita Barbaresco è quello compreso nei comuni di Neive, Barbaresco e Treiso, oltre alla frazione di Alba San Rocco Seno d’Elvio.

VAI

Associazione Turismo in Langa
P. Iva 02987630049 - CF 91009030049

Sviluppo & design Paolo Racca