22, 23, 24 giugno
Museo del Falso di Verrone

[New] FAKE – Festival del falso e dell’inganno

Giovedì 21, venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 giugno 2018

Falseum di Verrone (BI)

Grandi novità in arrivo in quel di Verrone. Giovedì 21, venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 giugno torna il [New] Fake Festival.

L’evento sarà completamente gratuito avrà luogo presso il Falseum e nei locali del Castello di Verrone. Quattro serate di mostre, eventi, convegni atte a descrivere e a raccontare il concetto del falso nelle varie forme in cui si manifesta.

Organizzato da Falseum, Turismo in Langa e dal Comune di Verrone, il festival vedrà l’apertura il 21 giugno con l’inaugurazione della mostra  “Donne ogni giorno“. Gli appuntamenti proseguiranno venerdì 22 giugno alle 21 con Piemonte Documenteur Filmfest, sabato 23 giugno alle ore 18 con “Lercio. Lo sporco che fa notizia. Il libro“, alle ore 21:00 e 22:00 (durata 90 minuti) con “La vera storia del museo del falso“, visite guidate a carattere storico, e infine domenica 24 giugno incontreremo Alberto Gemini, alle ore 11, alle ore 14 il “Mago Ticket”, per la felicità di bimbi e famiglie e per concludere alle ore 16 una conferenza spettacolo dal titolo “F come falso” con Mariano Tomatis.

Il programma

Giovedì 21 giugno 2018

Inaugurazione mostra di pittura “Donne ogni giorno” – opere di  Ilio Burruni e Rudy Quario. La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì ore 11.00-12.30|14.00-15.30  (senza guida) e sabato dalle 10.00 alle 12.00 (senza guida), mentre la domenica l’orario sarà quello dell’apertura dell’ecomuseo 14.30-18.30 e la visita sarà a cura dell’operatrice in servizio.

 Venerdì 22 giugno 2018

In collaborazione con Piemonte Documenteur Filmfest e la Professoressa Carlotta Givo, a partire dalle 21:00, si proietteranno alcuni spezzoni tratti dai dieci documentari premiati dalla giuria e dal pubblico durante i cinque anni di festival.

Il Pdff, che ha avuto la sua ultima edizione nel 2013, è l’unico festival europeo interamente dedicato al falso documentario, o mockumentary se si preferisce.

È un elogio alla bugia formato 16:9; una competizione creativa lunga 96 ore, per cineasti che amano mentire con stile (quello documentaristico) e ne fanno un vanto; un modo non convenzionale di promuovere le valli montane del Piemonte e tutte le loro risorse, anche quelle meno evidenti.

Sabato 23 giugno 2018

La redazione Lercio.it, alle ore 18:00, presenterà il volume “Lercio. Lo sporco che fa notizia. Il libro” edito nel 2017. Si tratta di una cosiddetta Lercio Magistralis, ovverosia una disquisizione sulla storia degli antesignani di Lercio per quanto riguarda le notizie satiriche, a partire da Benjamin Franklin, nonché delle tecniche satiriche che la redazione di Lercio utilizza con le proprie notizie. Non si tratta di una semplice presentazione ma piuttosto di un evento tra divulgazione e spettacolo.

Lercio è un sito satirico italiano di false notizie di taglio umoristico, comico e grottesco che fanno il verso agli articoli tipici della stampa sensazionalistica. Il sito è stato ideato da Michele Incollu e nasce come la parodia di Leggo, dal quale riprende il font del logo. Il 13 settembre 2014 ai Macchianera Italian Awards Lercio si rivela al grande pubblico vincendo il premio nelle categorie miglior sito e miglior battuta.

Lercio si sviluppa all’interno del collettivo satirico Acido Lattico, che riuniva parte degli autori che avevano contribuito alla rubrica La Palestra, un’iniziativa di Daniele Luttazzi: gran parte degli autori di Acido Lattico è entrata a far parte della redazione di Lercio.

Nel novembre 2014 è uscito il libro Un anno Lercio: il 2014 come non l’avete mai letto pubblicato dalla casa editrice Rizzoli e con prefazione di Orson Welles. Dal 6 marzo 2017 la testata ha iniziato a realizzare il TG Lercio, trasmesso in televisione da DMAX. Il 13 aprile 2017 è uscito il libro Lercio. Lo sporco che fa notizia. Il libro edito da Shockdom, con prefazione di Daniele Luttazzi e introduzione a fumetti di Sio. Nell’agosto 2017 Lercio si è esibito con due show alla 25ª edizione del Sziget Festival di Budapest.

Ora approda al Falseum con l’intenzione di instaurare, per i prossimi mesi, una collaborazione duratura, sulla base di comuni radici e della lotta alle bufale.

logoLercio

Con partenza ore 20:45 e 21:45 (durata 60 minuti), “La vera (?) storia di Verrone e del suo castello“, divertenti visite guidate interattive a carattere storico, ideate e condotte dal “famoso” collaboratore di Falseum, “Angelo Alberta”, e Gianmarco Macchieraldo, tra interno ed esterno del Castello con affaccio sull’ecomuseo.

Dalle 19 inizia la festa al castello, con degustazioni enogastronomiche nel cortile del castello di Verronea cura di Pro Loco e Comune di Verrone, Bar Ohana e Zia Francy di Verrone, Fidas di Cossato e con Slow Food – Biella.

claudio

Domenica 24 giugno 2018

In collaborazione con Alberto Gemini, alle ore 11:00, un incontro serio per capire il mestiere del mago: nella pratica, esiste l’imbroglione, ma esiste anche chi ha bisogno di sentirsi imbrogliato e l’Arte Magica opera in uno spazio particolare, trasparente e dilettevole, dove l’imbroglione è tale in maniera dichiarata, onesta, così come la vittima, se non crucciata da preponderanti insicurezze, può trarre finalmente piacere dall’imbroglio. Una conferenza/spettacolo dal tema “Dietro il trucco”, dove alcuni effetti vengono svelati, insieme a tutto il panorama scientifico di supporto, per mostrare quante scienze naturali, psicologia, neurologia, teatro e altre partecipano nel trasformare un “trucchetto” in un grande numero emotivamente stimolante.

Alle ore 14:00 il “Mago Ticket”, per la felicità di bimbi e famiglie, allestirà uno spettacolo di magia all’insegna del divertimento! Portato alla ribalta da Trabuk (Campione del Mondo di Street Magic), il Mago Ticket saprà incantare il pubblico del Falseum con uno spettacolo dove la magia pian piano si svela nel racconto delle sue storie e dei suoi trucchi.

ticket

Alle ore 16, Mariano Tomatis presenterà gli ultimi libri da lui curati (Friedrch Schiller, Il visionario, 1789, Nova Delphi, Roma 2018, a cura di Fabio Camilletti e Mariano Tomatis;  Matilde Dell’Oro Hermil, Roc Maol e Mompantero, Torino, 1897, riproposto dorso-a-dorso con il libro di Mariano Tomatis, Davide Gastaldo, Filo Sottile, Il codice Dell’Oro, Tabor, Susa 2018) in una conferenza spettacolo dal titolo “F come falso”. Il fenomeno delle fake news è tutt’altro che recente: ci sono bufale giornalistiche che risalgono agli anni Ottanta. Del Settecento. Nel dicembre 1783 un orologiaio di Lione annuncia che attraverserà la Senna camminando sulle acque. Ci cascheranno in molti, contribuendo a una sostanziosa raccolta fondi. Nel secolo dei Lumi come oggi, districarsi tra vero e falso è una sfida cruciale. Di solito si occupano del tema giornalisti, psicologi e filosofi. Nel corso della presentazione-spettacolo “F come Falso” Mariano Tomatis offre l’obliquo punto di vista dell’illusionista. L’autore: scrittore e illusionista, Mariano Tomatis ha ottenuto nel 2017 una fellowship dall’Institute of Advanced Studies dell’Università di Warwick (UK), dove ha tenuto un ciclo di lezioni sui rapporti tra illusionismo, scienza e letteratura alla fine del Settecento. Esperto delle tecniche illusionistiche per l’evocazione dei fantasmi, si interessa degli aspetti magici del folklore ottocentesco. Dal 2009 è il curatore del museo di Rennes-le-Château, il villaggio francese le cui vicende hanno ispirato Il codice Da Vinci. Ha al suo attivo oltre venti libri sui temi della meraviglia e dell’inganno. Dal 2014 è un membro attivo della Wu Ming Foundation. Cura il sito www.marianotomatis.it.

tomatis

Per tutto il giorno, nei consueti orari, il sabato e la domenica, il Falseum sarà visitabile con le guide del museo, con turni ogni 45 minuti, alle 10.30, 11.15, 12.00, 15.00, 15.45, 16.30, 17.15, 18.00, con acquisto del ticket ordinario.

Per informazioni: falseum@coopitur.com – +39 389 28 44 372 – info@falseum.it

 

Gaddus_alla_Guerra_Grande (3)

Rappresentazione teatrale: GADDUS ALLA GUERRA GRANDE

Rappresentazione teatrale: “Gaddus Alla Guerra Grande”. Il primo evento pubblico in Italia nell’ ambito del progetto “RIPRENDO LA STORIA – Conflitto, lavoro e migrazione dalle Langhe al mondo”

2017_CA_Lagnasco_01

Castle Angels – La Dama velata

Castle Angels approda anche a Lagnasco! Dal 25 marzo sarà possibile visitare i Castelli Tapparelli con il nuovo format di gioco ispirato alle escape room.

Foto di proprietà dei Creattivi - Occooltum

Castle Angels – Il tesoro dei Francesi

Pronti per essere gli “angeli” del castello? Riuscirete a trovare il tesoro dei francesi e uscire sani e salvi? Avrete un’ora di tempo e un fido aiutante al vostro servizio!

Associazione Turismo in Langa
P. Iva 02987630049 - CF 91009030049

Sviluppo & design Paolo Racca