Sabato 19 e domenica 20 settembre 2020
Falseum, Verrone
Sabato 19 settembre 2020 dalle 15 alle 21,30 e domenica 20 settembre 2020 dalle 11 alle 18,30

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

SALA GALILEO – WUNDERKAMMER

Azienda Agricola Andrea Manfrinati di Andrea Manfrinati
Via Morzano , Roppolo (BI)
Maggiori info sulla cantina, clicca qui!

Bastian – Vino Rosso

Questo vino è prodotto con 100% uve Slarina o Cellerina, un antico vitigno piemontese andato in disuso negli anni passati, ma rilanciato per le su qualità enologiche. Le uve sono coltivate con il metodo biologico. Il vino è lasciato per lungo tempo in contatto con le bucce dopo la fermentazione per arricchirlo di aromi, struttura e stabilizzarlo. Il vino è ottenuto senza l’aggiunta di solfiti ed imbottigliato senza filtrazione.

Esso si presenta con un rosso rubino tendente al granato, al naso è fresco, con aromi di pompelmo rosa e ribes e note floreali di viola e rosa. In bocca è fresco, vivo, sapido, molto legato alla terra di origine.

manfri

Bugia o verità?

Il vino blu è più scienza o “magia”?

Il colore rosso rubino è uno dei più tipici del vino… ma lo sapevate che esiste il vino blu?

Il vino blu, prodotto qualche anno fa da due start-up del vino, rispettivamente una in Spagna e una in Francia, è il risultato di approfonditi studi in campo enologico. Si tratta di un vino bianco a cui sono stati aggiunti antocianine (i pigmenti responsabili del colore di molti tipi di frutta e verdure, nonché dei vini rossi) e un pigmento blu, l’indigotina.

Gli esperimenti sulle molecole coloranti del vino hanno permesso l’isolamento dei pigmenti colorati, processo lungo che richiede molto studio ed energie poiché, spesso, è pressoché impossibile isolare un solo pigmento dagli altri.

In questo caso, le antocianine provenienti dall’uva, in unione all’indigotina, ne hanno permesso la stabilizzazione e la possibilità di mantenere il colore a lungo.

Sala di Galileo

La sala riprende l’aspetto delle cosiddette “wunderkammer”, ma è anche un grande laboratorio alchemico.

Si parla del metodo grazie al quale il visitatore può affrontare il percorso del Museo: come distinguere il falso dal vero? Con una logica scientifica.

Ad accompagnarci in questa sala, Guglielmo da Occam con il suo “rasoio” e Galileo Galilei, fondatore del metodo scientifico valido ancora ai nostri giorni, sotto lo sguardo turbato degli alchimisti, coloro che pretendevano di arrivare a trasformare la pietra in oro…

Clicca qui per la prossima sala!

Associazione Turismo in Langa
P. Iva 02987630049 - CF 91009030049

Sviluppo & design Paolo Racca